Premi "Invio" per passare al contenuto

Mese: Ottobre 2013

FLOP 11: i peggiori calciatori di “Holly & Benji”

Da qualche giorno mi sono accorto che su Italia2, verso l’ora di cena, viene trasmesso per l’ennesima volta Holly & Benji: ve lo confesso, non ho resistito, e pur conoscendolo a memoria ho ricominciato a guardarlo.

La storia è nota: il piccolo Holly cresce con la madre mentre la figura del padre, latitante in quanto marinaio, è sostituita dal decaduto ex-calciatore brasiliano Roberto Sedinho che proprio il padre di Holly ha salvato dal suicidio. In cambio, il campione paulista si è trasferito a casa degli Hutton a scroccare a dare lezioni di calcio al piccolo giapponese.

Il piccolo Holly ha un talento incredibile e durante tutto il cartone animato assistiamo alla sua crescita umana e calcistica che lo porterà a diventare la stella del suo paese e uno dei maggiori calciatori del Mondo: vincerà anche il Mondiale, vestirà la maglia del Barcelona e lungo la sua strada troverà tanti compagni e tanti avversari degni di nota.

Holly & Benji, un mito sempre attuale

Holly & Benji è un epopea fantastica che ha segnato i bambini della mia generazione (pensate che Hidetoshi Nakata, il miglior giocatore giapponese degli ultimi anni, iniziò a giocare a calcio proprio ispirato dal manga) durante la quale si chiude volentieri un occhio di fronte alle numerose incongruenze e ai ripetuti surrealismi e buchi logici e regolamentari che solo un cartone animato può avere: i famosi “campi in collina”, dove passata la metà campo si comincia a intravedere la porta avversaria, le varie eccezioni regolamentari, gli stadi pieni di tredicenni a vedere partite manco fossero finali di Champions League…

Chi ride di queste cose definendo Holly & Benji come “ridicolo”, ben poco ha capito dello spirito che un cartone animato, una favola per bambini, deve avere. Tuttavia, durante tutta l’epopea del piccolo Oliver, alcuni personaggi spiccano, chi per “broccaggine” assoluta e chi per essere in possesso di una dose di sfiga così alta che manco Paperino.

In questo post, dopo essermi accuratamente ristudiato e rivisto la serie, passo in rassegna gli undici personaggi più sfigati di Holly & Benji. Enjoy!

Lascia un commento

#StranoCalcio02 – Gol e trofei di un calcio minore

La prima parte (la trovate QUI) di questo post di curiosità calcistica è stata un piccolo successo per questo blog, ed è per questo che ho deciso di farne adesso una seconda.

Il football in fondo ne ha di storie da raccontare, e ogni volta che ne sento una strana la metto da parte per poi scriverla qui. Perché “il calcio è bello perché è vario”…

Lascia un commento

TOP 11: i calciatori più cattivi di sempre

Seguitemi su Facebook QUI!!!

Nel calcio, da sempre, servono un mix di qualità per emergere. C’è chi ha tecnica, chi ha fisicità, chi ha carattere. I grandi campioni hanno tutte queste qualità riunite.

Ma c’è un altra qualità che può farti arrivare in alto, una che nella vita di tutti i giorni potrebbe causare guai ma che all’interno del rettangolo di gioco può fare la differenza. Essere cattivi.

Perché questa caratteristica può risultare determinante quanto e più le altre per arrivare ad una vittoria, e perché ogni grande squadra ha avuto il suo “duro”, l’uomo che si prende il “lavoro sporco” mentre i compagni più talentuosi pensano a vincere la gara.

Perché, piaccia o non piaccia, la cattiveria all’interno del rettangolo di gioco (e non solo) è sempre stata una parte importante nel gioco del calcio e sempre lo sarà.

Ecco quindi la classifica dei calciatori più cattivi di sempre, naturalmente secondo la mia modesta opinione.

Lascia un commento
error: Content is protected !!